Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

unionevaldera@postacert.toscana.it
Unione Valdera

ALLERTA METEO

CORONAVIRUS

La Regione Toscana ha creato una pagina dedicata al coronavirus, dando una serie di indicazioni e riferimenti

👉 https://www.regione.toscana.it/-/coronavirus

È anche attiva una task force regionale dedicata. È fondamentale seguire le giuste raccomandazioni e avere informazioni da fonti sicure ed evitare così panico e allarmismi ingiustificati.

RACCOMANDAZIONI (le stesse norme igieniche che dovremmo seguire in caso di influenza ad esempio):
- lavarsi bene le mani, in assenza di acqua usare gel alcolici;
- coprire bocca e naso quando si starnutisce o tossisce, usare il fazzoletto di carta e gettarlo nel cestino;
- se possibile, rimanere in casa in presenza di malattie respiratorie febbrili, specialmente nella fase iniziale;
- evitare di toccarsi occhi, naso o bocca; i virus possono diffondersi quando vengono toccate superfici contaminate.

A CHI RIVOLGERSI: in presenza di caso sospetto si consiglia di contattare il 118.
Per ogni informazione contattare il numero telefonico di pubblica utilità istituito dal Ministero della Sanità 1500 attivo 24 ore su 24.

Per favorire una corretta informazione sul Covid-19, la Regione ha messo a disposizione dei cittadini un numero verde, presso il Centro di Ascolto Regionale, al quale rispondono operatori adeguatamente formati. Il servizio fornisce orientamento e indicazioni sui percorsi e le iniziative individuate dalla Regione sul tema del Coronavirus. Il numero verde a cui il cittadino può rivolgersi è 800.556060, opzione 1, attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 15

COMUNICAZIONI DA PARTE DELL'AZIENDA USL TOSCANA NORD OVEST 

L'Azienda USL Toscana nord ovest, a seguito dell’ordinanza emessa dalla Regione Toscana, ha attivato il numero telefonico 050-954444 (attivo dalle 8 alle 20 con personale e dalle 20 alle 8 con segreteria telefonica) e la casella di posta elettronica rientrocina@uslnordovest.toscana.it. A questi riferimenti aziendali, già attivi, si devono rivolgere per comunicare i propri dati personali (nome, cognome, indirizzo, domicilio e numero di telefono) le persone residenti negli ambiti territoriali di Massa Carrara, Lucca, Versilia, Pisa e Livorno che abbiano avuto contatti stretti con casi confermati di Coronavirus oppure coloro che, negli ultimi 14 giorni, abbiano fatto ingresso in Italia dopo aver soggiornato in Cina.

Per i soggetti che abbiano avuto contatti stretti con casi confermati della malattia infettiva diffusiva, è disposta dalla azienda sanitaria la misura della quarantena con sorveglianza attiva.

Per le persone che, negli ultimi 14 giorni, siano arrivate in Italia dopo essere state nelle aree della Cina interessate, l’azienda sanitaria adotta la misura della permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva. Qualora vi siano particolari condizioni che non permettono la permanenza domiciliare, l’ASL in accordo con le competenti autorità locali e con le associazioni di volontariato, troverà misure alternative di efficacia equivalente.

Gli operatori sanitari che hanno preso in carico il cittadino in sorveglianza attiva, daranno tutte le indicazioni d’igiene personale per ridurre al minimo i contatti con altri soggetti. Per queste persone, il personale sanitario effettuerà giornalmente una rilevazione delle condizioni cliniche. Qualora subentrino lievi sintomi quali rinorrea, tosse, difficoltà respiratorie e rialzo di febbre, verrà effettuato presso il domicilio il tampone oro – faringeo. In caso di positività, la persona viene trasferita mediante 118 in isolamento ospedaliero.

Si confermano tutte le misure di prevenzione già adottate. Inoltre al momento dell’accesso al Pronto soccorso, l’addetto alla rilevazione dei dati anagrafici, richiede all’utente di dichiarare se nei precedenti 14 giorni ha avuto contatti stretti con casi confermati di malattia infettiva COVID-19 e se abbia fatto ingresso in Italia dopo aver soggiornato nelle aree della Cina interessate dall’epidemia. In caso di risposta positiva si attiva il protocollo sulla gestione dei soggetti a rischio di malattia infettiva COVID-19 adottato da tutte le aziende USL.

Si conferma inoltre il divieto di accedere alle strutture sanitarie per gli individui che abbiano avuto contatti con soggetti confermati di malattia infettiva e per le persone che, negli ultimi 14 giorni, siano arrivate in Italia dopo essere stati nelle aree della Cina interessate, che devono utilizzare i numeri della sorveglianza attiva per ogni comunicazione, informazione e necessità. Per coloro che siano sottoposti al regime di sorveglianza attiva, l’azienda USL rilascia, su richiesta, certificato che attesta lo stato di malattia.


 


+++ AGGIORNAMENTO #CORONAVIRUS +++

Di seguito i punti salienti della terza ordinanza emessa dalla Regione Toscana.

- OBBLIGO PER I VIAGGIATORI DI SEGNALARE IL RIENTRO, oltre che dalle aree a rischio della Cina, anche da Paesi in cui la trasmissione dell'infezione è significativa secondo le indicazioni Oms E DAI COMUNI ITALIANI SOGGETTI A MISURE DI QUARANTENA disposte dall'autorità (Regione/Governo). Questi i numeri da contattare SOLO per questo tipo di segnalazioni: 👉 Asl Toscana centro (Firenze, Prato, Pistoia, Empoli): 055 5454777. 👉 Asl Toscana nord ovest (Pisa, Livorno, Lucca, Massa Carrara, Viareggio): 050 954444. 👉 Asl Toscana sud est (Arezzo, Grosseto, Siena): 800 579579.

- Raccomandazione a tutte le persone che manifestano febbre, tosse e altri sintomi influenzali di rimanere a casa e chiamare il medico.

- Disposizione per medici di famiglia e pediatri di assicurare la contattabilità telefonica dalle 8 alle 20 nei giorni feriali e festivi.

- Indicazione agli ospedali di limitare per quanto possibile gli ingressi/varchi ai presidi, per ridurre l'accesso privo di sorveglianza nonché di istituire check point e sensibilizzare i visitatori all'utilizzo dei disinfettanti per le mani

- Invito a ridurre il numero degli accompagnatori e/o visitatori in ospedale Raccomandazioni specifiche per le situazioni

 

- Sospensione (per i 180 giorni di emergenza proclamati con atto nazionale) della penalità per la mancata presentazione, senza preavviso, agli appuntamenti specialisti.

Allegato Ordinanza Presidente Regione Toscana 10/2020
Allegato Ordinanza Presidente Regione Toscana 9/2020
Allegato DPCM 4 marzo 2020
Allegato Ordinanza del Presidente della Regione 8/2020
Allegato Ordinanza Presidente Regione Toscana 6/2020
Allegato Ordinanza Presidente Regione Toscana 7/2020
Allegato Ordinanza Presidente Regione Toscana 7/2020 allegato
Allegato DPCM 1 marzo 2020
Allegato Ordinanza Presidente Regione Toscana 5/2020
Allegato Ordinanza Presidente Regione Toscana 3/2020
Allegato Ordinanza Presidente Regione Toscana 4/2020
Allegato Ordinanza Presidente Regione Toscana 2/2020
Allegato Ordinanza Presidente Regione Toscana 1/2020
Allegato Ordinanza Ministro Salute